Sportello Informativo Giustizia Ambientale Sociale SIGAS / 2 24 ottobre, 2014 | Redazione A Sud

Stampa

Il progetto SIGAS – Sportello Informativo Giustizia Ambientale e Sociale, finanziato grazie ai fondi per il volontariato messi a disposizione dal Ministero del Lavoro, consiste nella gestione di uno Sportello ambientale, attraverso il quale portare avanti attività di ricerca-azione e di comunicazione sui temi della salute e dell’ambiente, tra loro strettamente interconnessi.

 

Lo sportello informativo è volto a fornire ai cittadini italiani, ed in particolare a chi vive in zone di degrado ambientale, uno spazio di ascolto, di informazione e di affiancamento con riguardo alle criticità ambientali presenti sul territorio: un luogo di ascolto e di scambio che possa offrire ai singoli e ai comitati informazioni aggiornate e attendibili sulla situazione socio-ambientale ma che possa anche facilitare la tessitura di una rete di contatti e di collaborazioni tra comitati, associazioni, enti locali, esperti, tecnici ed altri attori operanti nel contesto ambientale ed agevolare infine i cittadini nell’avere accesso a questi contatti.

 

Tale servizio è affidato a 10 giovani volontari, previamente formati sui temi ambientali dal CDCA e dall’associazione A Sud. Il primo anno di progetto (i cui dettagli sono consultabili a questo link: Progetto SIGAS 1) è servito alla formazione dei volontari e alla realizzazione di tutte le realtà propedeutiche all’apertura dello sportello vero e proprio.  Il secondo anno di progetto consiste nella formazione di altri 10 giovani volontari e nell’esperimento di tutte le attività funzionali al mantenimento e al rafforzamento dello sportello.  Rispetto allo start up dello sportello, inoltre, l’aria di azione si è ampliata dalla provincia di Roma all’ambito nazionale.

 

ORARI E SEDE

  • Lo sportello è aperto al pubblico dall’ottobre 2014, presso la sede del CDCA, a Largo Gassman n° 2, Roma.
  • Gli orari di apertura al pubblico sono martedì e giovedì dalle h. 10.00 alle h. 17.00.
  • Lo sportello è consultabile anche scrivendo alla mail sportello.sigas@gmail.com

 

SERVIZI

  • orientamento, informazione, consulenza sulle emergenze ambientali territoriali.
  • lavoro di rete attraverso la messa in contatto di competenze tecniche e comitati locali/cittadini
  • produzione di informazioni e documentazione sui casi sottoposti all’attenzione dello sportello
  • messa on line e mantenimento piattaforma dell’ingiustizia ambientale, cofinanziata dal’UE

 

 

SPORTELLO INFORMATIVO GIUSTIZIA AMBIENTALE E SOCIALE

 

Lo sportello SIGAS è aperto al pubblico dall’ottobre 2014 presso il CDCA – Centro di Documentazione sui Conflitti Ambientali.

 

Hai/avete un problema riguardante una discarica, un inceneritore, una centrale, una fabbrica o qualsiasi impianto o attività impattanti sul vostro territorio? Volete capire che impatti ambientali, sanitari ed economici ha o ha avuto un’attività inquinante? Avete bisogno di strumenti per portare avanti attività di informazione o azioni legali? Potete rivolgervi allo Sportello SIGAS mandandoci una mail o venendo ad incontrarci di persona.

 

Lo sportello informativo è aperto ogni martedì e giovedì in Largo Gassman n°2, a Roma ed è consultabile via web.

 

Obiettivo dello sportello Sigas è offrire alla cittadinanza un servizio di informazione e orientamento sui temi della giustizia ambientale, della contaminazione ambientale e i suoi impatti e dei conflitti ambientali. Lo sportello ambientale è stato pensato per essere un servizio a disposizione della cittadinanza in relazione ai conflitti ambientali, a partire da quelli presenti nella Provincia di Roma e nel Lazio: un luogo di ascolto e di scambio che possa offrire ai singoli e ai comitati informazioni aggiornate e attendibili sulla situazione socio-ambientale ma che possa anche facilitare la tessitura di una rete di contatti e di collaborazioni tra comitati, associazioni, enti locali, esperti, tecnici ed altri attori operanti nel contesto ambientale ed agevolare infine i cittadini nell’avere accesso a questi contatti.

 

Con il supporto dell’équipe di A Sud e del CDCA, il servizio è gestito dai volontari SIGAS, giovani tra 20 e 28 anni, che negli ultimi mesi hanno seguito una formazione continua e hanno svolto attività di ricerc’azione in collaborazione con l’associazione A Sud e il CDCA su casi di conflitti ambientali nel Lazio.

 

* * *

 

Per ricevere informazione o chiedere consulenza:

 

Scrivi allo sportello a: sportello.sigas@gmail.com

Vieni a trovarci su appuntamento ogni martedì e giovedì tra le 10.00 e le 17.00

Dove? CDCA, Largo Gassman, 2, 00197 Roma | Dove siamo

 

 

Per ulteriori informazioni:

maricadipierri@asud.net

 

  • Ottobre 2014 – Settembre 2015
  • Ente Finanziatore: Ministero del Lavoro
  • Importo complessivo finanziato per il 2014-2015: 27.000 €
  • Offrire opportunità di volontariato nel settore della giustizia ambientale e sociale attraverso la creazione di uno sportello informativo diretto alla cittadinanza sulle emergenze ambientali territoriali ubicate sul territorio nazionale
  • Partner 2014-2015:
  1. CDCA
  2. Un ponte X
  3. Rete della conoscenza
  4. Zolle Urbane
  5. Unione Giovani Indipendenti
  6. Melting Pro
  • Giovani (18-28 anni) italiani e stranieri
  • Cittadini, comitati e comunità locali vittime di criticità ambientali
  • Cittadinanza
  1. formazione dell’equipe di volontari da parte dell’equipe di A Sud / CDCA
  2. ricerc’azione  e produzione di mappature su singoli casi di conflitto ambientale a partire da quelli sottoposti all’attenzione dello sportello, sviluppo di ricerche approfondite, articoli, interviste, video etc.
  3. rafforzamento e ampliamento del database/indirizzario di contatti, funzionale ai servizi previsti dallo sportello: comitati e associazioni del territorio, esperti e scienziati, servizi e tutti quei contatti utili ai singoli e ai comitati coinvolti in situazioni di conflittualità ambientale;
  4. contributo alla costruzione della piattaforma dell’ingiustizia ambientale in collaborazione con il CDCA, partner del progetto, consultabile a questo link:  piattaforma dell’ingiustizia ambientale
  5. mantenimento e gestione dello sportello (aperto al pubblico da ottobre 2014), 2 giorni a settimana (martedì-giovedì h.10-17);
  6. organizzazione eventi di promozione per diffondere le attività dello sportello e far conoscere la piattaforma dell’ingiustizia ambientale;
  7. sostegno alle attività di comunicazione relative al progetto e ai servizi dello sportello.

 

 



Back to Top ↑