Sgomberi a Bologna, nuova vergogna nazionale 9 agosto, 2017 | Redazione A Sud

Schermata 2017-08-09 alle 10.54.27SGOMBERO LABORATORIO LABAS A BOLOGNA

 

Ti sostituisci alle istituzioni ed al Comune facendo ciò che loro dovrebbero fare e non fanno? Riqualifichi un’ex Caserma di proprietà dello Stato (Cassa Depositi e Prestiti)? Ti permetti perfino di organizzare al suo interno un dormitorio sociale autogestito, gli orti, un mercato di prodotti bio, una scuola di italiano per gli immigrati,mostre e concerti dal vivo gratis? Fai pratica di accoglienza, integrazione e socializzazione finanziandoti con donazioni? Sei la prova provata di come la società civile sia in grado di autorganizzarsi e di dare quelle risposte che il nuovo Stato post-sociale non vuole più dare?

 

Ecco: in un Paese normale forse farebbero a gara a sostenerti e, perfino, a fare di te il “campione nazionale” della sussidiariettà orizzontale. In un Paese retto da una classe dirigente scadente ed inadeguata invece finisce che vieni trascinato fuori e preso a manganellate.

 

Riconosciuta da tutti l’indiscussa utuilità sociale delle attività del Labas, Cassa Depositi e Prestiti, proprietaria dell’iimobile, ed ancor più il Sindaco di Biologna avrebbero dovuto individuare già da tempo una soluzione alternativa allo sgombero dell’ex Caserma Masini ma non lo hanno fatto, dimostrando in questo il massimo dell’irresponsabilità politica e dell’incapacità.

 

Lo sbocco voluto e ricercato di questa situazione irrisolta lo si è avuto in una giornata di agosto, all’alba, nello stile tipico di chi usa il pugno di ferro solo con gli indifesi: un colpo autoritario, basso e vile, indegno di un Paese che ama definirsi civile e democratico, retto da una classe dirigente a cui di civile e democratico non è rimasta neppure la forma.

 

 

Roma, 8 agosto 2017

 

Coordinamento Nazionale No Triv

A Sud

Rete della Conoscenza

 

Tags:



Back to Top ↑