SconfinaMenti 14 dicembre, 2017 | Redazione A Sud

logo sconfinamenti 2SconfinaMenti

Educare ai cambiamenti globali per l’inclusione sociale

 

Il progetto SconfinaMenti intende coinvolgere, nell’arco di otto mesi, sessanta studenti italiani e immigrati residenti nel Comune di Roma in laboratori creativi e missioni di osservazione riguardanti l’educazione ai cambiamenti globali volto alla promozione di una cultura della sostenibilità ambientale e dell’inclusione sociale. In particolare, gli studenti saranno coinvolti in attività formative volte alla creazione di gruppi coesi, alla gestione dei conflitti interpersonali e all’acquisizione di strumenti per crescere e diventare cittadini attivi e consapevoli delle dinamiche legate alla globalizzazione (cambio climatico, migrazioni ambientali, sostenibilità dell’attuale modello economico e produttivo, ecc.). Il progetto si svilupperà attraverso metodologie basate sulla didattica laboratoriale, sulla promozione di stili di apprendimento induttivi, metodi di lavoro cooperativo, pensiero creativo, apprendimento non formale e sull’impiego delle nuove tecnologie nello svolgimento dei laboratori multimediali.

 

Seguici anche su Facebook!

 

Laboratori didattici in classe “Cambiamenti Globali e Crisi Ambientale”

  • “Diritti umani e crisi ambientale – focus su migrazioni ambientali”
  • “Modelli di produzione e Consumo Alternativi”
  • “Dalla scuola al mondo del lavoro, esperienze e buone pratiche di imprese sostenibili”

 

Laboratorio Multimediale: “Laboratorio pratico di creazione di Digital story Telling”

 

Missione di osservazione sul campo realtà di Green Job e un evento di presentazione dei risultati del progetto

 

 

Il logo

 

 

  • Sviluppare tra gli studenti una maggiore consapevolezza sull’importanza della tutela ambientale e sul diritto a vivere in un ambiente sano.
  • Stimolare l’interesse negli studenti rispetto alle tematiche dei cambiamenti globali in particolare sulla relazione fra migrazioni e crisi climatica.
  • Sviluppare e trasferire ai docenti modelli formativi innovativi e partecipativi basati sulla sperimentazione, l’esperienza sul campo e la creatività per integrare ed innovare i curricula formativi.
  • Promuovere il riciclo come strumento di educazione ambientale e di inserimento lavorativo.
  • Trasferire alla scuola la capacità di sviluppo e gestione di progetti formativi non curriculari.
  • Rafforzare l’interesse degli studenti verso l’approfondimento teorico attraverso metodologie laboratoriali ed esperienze dirette nel settore dei green jobs. 

 

Finanziatori:   Finanziato con il Fondo Sociale Europeo Programmazione 2014-2020

blocco_loghi_fse

 

 

 

 

 

Tags:



Back to Top ↑