SCEMPIO CAPITALE (2018)

Dalle analisi si evincono concentrazioni significative che superano i limiti di legge (D. Lgs. 152/2006) per il verde pubblico, privato e residenziale e in alcuni casi per l’uso industriale e commerciale. La situazione del Parco Archeologico di Centocelle (Roma) è particolarmente allarmante.
In particolare sono stati superati i limiti nei valori di diversi metalli pesanti, in particolare berillio, selenio, stagno, tallio, vanadio.

Le analisi sono state affidate a Source International, che ha realizzato i campionamenti il 26 e il 27 Giugno 2018 in 8 punti sia all’interno della zona interdetta sia nella parte di parco a oggi più usufruita dalla cittadinanza.

A seguito delle analisi, come CDCA – Centro di Documentazione Conflitti Ambientali, abbiamo prodotto un dossier che racconta il percorso del nostro progetto e la storia delle mobilitazioni per la tutela del Parco, ed esplora tutte le implicazioni che i risultati ottenuti possono comportare.

Il dossier è stato realizzato dall’equipe del CDCA, insieme al comitato PAC Libero, attraverso il progetto CleanUp 100Celle, sostenuto da Patagonia Environmental Grants Fund of Tides Foundation.

Il report è scaricabile e consultabile liberamente.

SCEMPIO CAPITALE: I veleni del Parco Archeologico di Centocelle