Melting Youth 9 febbraio, 2016 | Redazione A Sud

admin-ajaxIl  progetto MELTING  YOUTH coinvolge nell’arco  di  sei  mesi  giovani  italiani  e  immigrati residenti  nel Municipio di Garbatella in scambi interculturali che attraverso attività di animazione e di decoro degli spazi urbani sensibilizzino le giovani generazioni sul fenomeno migratorio e gli diano la possibilità concreta di promuovere come attori  e  destinatari, interventi  volti  a  combattere la  marginalizzazione  sociale. Durante  la  prima  parte  del progetto saranno realizzati storytelling group che permetteranno ai giovani di conoscersi, esplorare nuove culture e costruire relazioni. La narrazione sarà guidata attraverso metodologie innovative di facilitazione (es. role play, word cafè) che metteranno in connessione  l’integrazione  con  il  modo in cui i  giovani  vivono lo spazio  urbano. Successivamente i giovani esploreranno  quattro  differenti  realtà romane che in  virtù  dell’incontro  tra  culture  e impegno  civico che promuovono costituiranno validi esempi a cui ispirarsi anche per la realizzazione degli interventi successivi.

 

La terza parte  consisterà  in  interventi  di  guerrilla  gardening  che faciliteranno  relazioni  positive tra  i  giovani  e tra  loro  e lo spazio urbano rimodellando  ed  abbellendo,  con  piante  e  fiori,  le  aiuole  e  le  zone  dimesse  o  dimenticate  del municipio. La quarta parte del progetto consisterà in laboratori di autocostruzione in cui i giovani suddividendosi in gruppi  dovranno  realizzare  insieme  opere di  arredo  urbano  che  esprimeranno l’incontro  tra  le  loro culture.  La  costruzione  partecipata  favorirà  relazioni positive  attorno  al  raggiungimento  di un  obiettivo  comune  stimolandola  comprensione e  il  confronto reciproco, nonché  lo scambio orizzontale  di conoscenze tra  giovani.  Infine sarà realizzato un contest che  oltre a  costituire  un momento  pubblico  di  riflessione sull’interculturalità, permetterà  agli  studenti  di mostrare  le  loro opere  di  arredo urbano  realizzate con  materiali  di  scarto. La  creatività che  rappresenta  il  principale e  più  semplice strumento  di espressione  anche  per  coloro  che  non  hanno  un’adeguata  padronanza  della  lingua  italiana, diventerà in tal modo la risorsa principale attraverso cui veicolare concetti come solidarietà, incontro, scambio e integrazione.

 

Scarica la brochure

 

 

Ottobre 2015 – Aprile 2016

 

 

Piano annuale di interventi a favore dei giovani -azione piano locale giovani-plg della Città Metropolitana di Roma Capitale-drg n.511 del 28.10.2011. Iniziativa cofinanziata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri- Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale. dalla Regione Lazio e dalla Città Metropolitana di Roma Capitale

 

 

  • Sensibilizzare i giovani e la cittadinanza rispetto al fenomeno  migratorio  e  all’importanza  della tutela dell’ambiente
  • Promuovere  attività  che possano  nel  lungo  periodo combattere  l’emarginazione  sociale  di  giovani  immigrati, favorendone  l’integrazione
  • Fornire   esempi   di   buone   pratiche   che   incentivino   l’adozione   di  comportamenti   socialmente   responsabili e culturalmente tolleranti e che allo stesso tempo orientino i giovani rispetto ai percorsi formativi e professionali futuri
  • Recuperare  l’utilizzo  e  la  fruizione  di  alcune  aree  della  città  per creare luoghi di incontro e aggregazione tra culture e giovani

 

  • Liceo Artistico Caravaggio
  • Assessorato all’Ambiente del Municipio VIII
  • MEDU – Medici per i Diritti Umani
  • Associazione ZerOff
  • Cooperativa Occhio del Riciclone
  • Studio di bioarchitettura BAD (Beyond Architecture Group)
  • Associazione EquoEvento
  • Caritas

 

Beneficiari diretti: 

 

  • Giovani di età compresa  tra  14  e  19  anni italiani e stranieri

 

Beneficiari indiretti: 

 

  • Gli studenti del Liceo Artistico Caravaggio
  • I docenti ed il personale della scuola
  • Gli operatori delle associazioni partner
  • Le istituzioni ed i cittadini del MunicipioVIII
  • Le famiglie dei giovani coinvolti

 

Tags:



Back to Top ↑