L’Italia vista da Parigi: il nuovo dossier di A Sud e CDCA 2 novembre, 2016 | Redazione A Sud

in-evidenza L’ITALIA VISTA DA PARIGI

Impegni internazionali e politiche nazionali per la lotta ai cambiamenti climatici

 

Lunedì 7 novembre alle ore 13.00, presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati, A Sud e il CDCA – Centro Documentazione Conflitti Ambientali presentano il dossier “L’Italia vista da Parigi. Impegni internazionali e politiche nazionali per la lotta ai cambianti climatici”.

 

SCARICA LA PUBBLICAZIONE

 

 

 

Nel giorno dell’avvio dei lavori della COP22 di Marrakech e a tre giorni dall’entrata in vigore dell’Accordo di Parigi, il dossier è l’occasione per fare il punto sulle ultime evidenze scientifiche, sul futuro dell’Accordo e sull’adeguatezza delle politiche messe in campo dall’Italia rispetto agli impegni assunti in sede internazionale.

 

La presentazione del report sarà un’occasione per discutere delle reali possibilità di affrontare la più grave delle crisi ambientali in atto, quella climatica, attraverso lo studio e il confronto di dati e analisi.

 

All’incontro interverranno rappresentanti parlamentari membri della Commissione Ambiente e dell’intergruppo Globe Italia, attivo sulle negoziazioni climatiche.

 

Interverrà inoltre una rappresentante della Coalizione Clima, rete di associazioni impegnate sulle questioni climatiche, che sarà presente a Marrakech con una delegazione e illustrerà durante la Conferenza le attività promosse dalle realtà italiane durante le giornate di lavoro in Marocco.

 

Obiettivo dell’iniziativa è richiamare l’attenzione di media, cittadinanza e politica rispetto all’importanza di una azione concreta di contrasto ai cambiamenti climatici; valorizzare il lavoro di documentazione, ricerca e advocacy che le associazioni svolgono dando contributi di analisi e indirizzo e promuovere occasioni di divulgazione dei temi legati al cambiamento climatico.

 

PARTECIPAZIONE E ACCREDITI STAMPA

 

Troupe televisive e videoreporter devono accreditarsi presso l’ufficio stampa della Camera dei Deputati.

 

I giornalisti di altre testate o agenzie e i partecipanti non appartenenti a testate giornalistiche possono accreditarsi inviando mail con oggetto “Accredito conferenza stampa 7 novembre” a: segreteria.on.pellegrino@gmail.com

 

INFO E CONTATTI

 

Marica Di Pierri

Tel. +39.348.6861204

maricadipierri@asud.net

 

SINOSSI

 

A un anno dalla firma dello storico Accordo di Parigi, il mondo non sembra essere sul punto di compiere la svolta a U necessaria a riscrivere i destini climatici del pianeta con un lieto fine.

 

Già ratificato da un numero di Parti tale da permetterne l’entrata in vigore anticipala, l’Accordo rappresenta senza dubbio un fondamentale punto di partenza per costruire un quadro di riferimento globale e vincolante nella lotta contro il tempo per scongiurare la più grande catastrofe che pende sull’umanità: quella climatica. Le questioni aperte restano tuttavia numerose, alcune delle quali dirimenti, e vanno sciolte quanto prima per dare al framework legale la possibilità di incidere concretamente sulla riduzione delle emissioni di gas a effetto serra.

 

La presente pubblicazione intende contribuire al dibattito pubblico sul tema, attraverso l’analisi di una corposa letteratura di report scientifici, documenti istituzionali e dossier statistici elaborati da centri di ricerca internazionali.

 

Obiettivo è fare il punto sulle ultime evidenze scientifiche, sullo stato di avanzamento delle negoziazioni, sugli impegni presi dai singoli Paesi e sull’adeguatezza delle politiche messe in campo dall’Unione Europea e dall’Italia rispetto agli obiettivi fissati in sede internazionale.

 

Da questo punto di vista, le contraddizioni risultano ancora molteplici ed evidenti.  Come vedremo, per il nostro paese l’obiettivo di riduzione del 33% delle emissioni entro il 2030 non è accompagnato da politiche adeguate: la moltiplicazione degli investimenti in progetti di sfruttamento di energie fossili, in infrastrutture per il trasporto su gomma o in politiche di incenerimento dei rifiuti, unite alla mancanza di adeguati incentivi per la transizione energetica e la decarbonizzazione rendono gli impegni presi dichiarazioni di rito non sostanziate al momento dalle necessarie assunzioni di responsabilità politica.

 

L’Italia vista da Parigi è una pubblicazione di A Sud | CDCA

© Copyright 2016

Prima edizione novembre 2016

ISBN 978-88-940714-8-1

 

Coordinamento editoriale : Marica Di Pierri e Tosca Ballerini

 

Autori: Tosca Ballerini, Marica Di Pierri, Maura Peca

 

Progetto Grafico: Marica Di Pierri

 

Crediti fotografici: © Luca Bracali

 

Gli autori:

 

Tosca Ballerini è dottore di ricerca in Scienze Polari e giornalista indipendente. Per oltre 10 anni ha collaborato come ricercatrice presso Università italiane, americane e francesi, occupandosi dell’impatto dei cambiamenti climatici e della pesca sugli ecosistemi marini.

 

Marica Di Pierri è giornalista e ricercatrice. Si occupa da 10 anni di materie ambientali, è portavoce dell’Associazione A Sud e fondatrice e Presidente del CDCA. Autrice di saggi e testi, collabora con numerose testate giornalistiche e radiotelevisive.

 

Maura Peca è laureata in Ingegneria per l’Ambiente e Territorio e specializzanda in Pianificazione Territoriale. Attualmente collabora con l’Associazione A Sud ed è membro dell’equipe di ricerca del CDCA

 

Luca Bracali: Le foto contenute nel presente volume sono state realizzate dal fotoreporter e documentarista Luca Bracali nell’ambito del progetto Planet Earth, Un mondo da salvare.

Luca Bracali è fotoreporter di fama internazionale. Vincitore di 8 premi in concorsi fotografici internazionali e autore di 8 libri, ha pubblicato su National Geographic e realizzato oltre 40 mostre personali in Italia e nel mondo.

 

www.lucabracali.it

 

 

ANSA, Ong, politiche Renzi vanno contro obiettivi Parigi su clima, 07/11/2016 [Leggi tutto]

 

RaiNews 24, Il clima cambia e l’Italia che fa?, 07/11/2016 [Guarda il video]

 

L’Espresso, Accordi sul clima di Parigi, per l’Italia impegni solenni ma decisioni opposte, 08/11/2016 [Leggi tutto]

 

Il Manifesto, Il pianeta scotta e l’Italia continua a puntare sulle energie fossili, 08/11/2016 [Leggi tutto]

 

Left, In Marocco si gioca la partita della giustizia climatica, 12/11/2016 [Leggi tutto]

 

La Stampa, Sul Nord-Ovest forti precipitazioni “Ma l’Italia punta troppo sul fossile”, 21/11/2016 [Leggi tutto]

 

Giornalisti Nell’erba, Coalizione Clima: le richieste per l’Italia e la COP22, 08/11/2016 [Leggi tutto]

 

nelPaese.it, Clima, verso COP22: l’Italia vista da Parigi nel dossier A Sud, 08/11/2016 [Leggi tutto]

 

Comune-info, Il clima italiano è quello di sempre, 14/11/2016 [Leggi tutto]

 

ofcsreport, Italia indietro nella riduzione delle emissioni di CO2: mancano incentivi per fotovoltaico, 16/11/2016 [Leggi tutto]

 

RadioArticolo 1, Cop22: l’Italia e le promesse non mantenute, 15/11/2016 [Ascolta l’intervista]

 

MeteoWeb, Cambiamenti climatici, A Sud e CDCA: le politiche di Renzi contraddicono gli impegni di Parigi, 08/11/2016 [Leggi tutto]

 

Pressenza, Cop22, clima: l’Italia vista da Parigi, 07/11/2016 [Leggi tutto]

 

perUnaltracittà, Cambiamenti climatici: “L’Italia vista da Parigi”, 10/11/2016 [Leggi tutto]

 

Villaggio Globale, Per un vero cambiamento ci vuole volontà politica, 08/11/2016 [Leggi tutto]

 

ControLaCrisi.org, Il pianeta scotta e l’Italia continua a puntare sulle energie fossili, 09/11/2016 [Leggi tutto]

 

GiulianovaNews.it, L’ITALIA VISTA DA PARIGI. Impegni internazionali e politiche nazionali per la lotta ai cambiamenti climatici, 07/11/2016 [Leggi tutto]

 

PPANthebrief, L’Italia vista da Parigi: visioni e azioni per l’ambiente e il costruito, 08/11/2016 [Leggi tutto]

 

Tags:



Back to Top ↑