CAMPAGNA LIBERTA’ DEI SEMI 1 giugno, 2013 | Redazione A Sud

seedfreedomok

La campagna “Seed Freedom Campaign” è promossa dall’associazione Navdanya International, presieduta da Vandana Shiva, ecologista, scienziata e filosofa, autorevole voce mondiale per la difesa della natura e della biodiversità, impegnata nella promozione del l’agricoltura sostenibile, la biodiversità, sistemi di cibi sani e la sovranità alimentare insieme a la difesa dei diritti dei piccoli agricoltori in tutto il mondo.

 

Obiettivo della campagna di informazione, azione e pressione istituzionale è difendere i semi e la biodiversità contro la diffusione di Ogm e le norme sempre più stringenti che mettono fuori legge la pratica tradizionale della rigenerazione dei semi da parte dei contadini, mettendo a serio rischio la sussistenza di centinaia di milioni di persone che vivono e lavorano nelle aree rurali di tutto il mondo.

 

Una dichiarazione mondiale per la libertà dei semi

 

La Campagna ha lanciato una dichiarazione sulla Libertà dei Semi in dieci punti che centinaia di organizzazioni sociali di tutto il mondo hanno sottoscritto e si sono impegnate a diffondere, con il fine di salvare i semi, di creare banche dei semi comunitarie e centri di documentazione sui semi, di disconoscere e denunciare ogni legge che illegittimamente rende i semi proprietà privata delle multinazionali, fermare i brevetti sui semi e la biodiversità.

 

«Quella relativa alla libertà dei semi è un’emergenza globale,

ogni seme è l’incarnazione dei millenni di evoluzione della natura e dei secoli di riproduzione da parte degli agricoltori.

E’ l’espressione pura dell’intelligenza della terra e dell’intelligenza delle comunità agricole»

Vandana Shiva

Per maggiori informazioni:

http://seedfreedom.in

http://www.navdanyainternational.it

 

Info e contatti in A Sud:

Matilde Cristofoli: matildecristofoli@asud.net

  • Appello all’adesione alla campagna:

 

Caro amico, cara amica,

 

vorrei  chiederti di aderire ad un’Alleanza per promuovere la campagna mondiale “Salviamo i nostri semi” e per lanciare l’allarme ai cittadini ed ai governi di tutto il mondo  su quanto stia diventando precario l’approvvigionamento dei semi e di conseguenza quanto sia a rischio la nostra sicurezza alimentare. I semi sono il primo anello della catena alimentare. La libertà dei semi è la base di tutte le nostre libertà. Oggi questa libertà è seriamente minacciata. Siamo testimoni di un’emergenza dei semi a livello globale.

 

Molti di noi hanno creato movimenti per rispondere all’emergenza sui semi. Ovunque, a livello locale e con diverse modalità, le persone e le comunità locali  reagiscono all’appropriazione dei loro semi da parte delle multinazionali. Dobbiamo creare una migliore sinergia tra le diverse parti dei nostri movimenti e tenerci informati su quello a cui stiamo assistendo in termini di minacce e a ciò che stiamo facendo per proteggere i nostri Semi.

 

La campagna mondiale per la libertà dei Semi vuole dare forza a tutti i movimenti esistenti, di custodi  e difensori dei semi, nati dal basso e  creare un’alleanza più forte, più ampia e con  profondi legami di solidarietà. Essa mira a unire le voci in giro per il mondo per dare forza al movimento che vuole  mantenere i semi liberi come “beni comuni”. Sono sicura che percepirai la profondità dell’emergenza in atto e sentirai il bisogno di unire le forze per proteggere la Libertà e la Diversità dei Nostri Semi.

 

Aderisci all’Alleanza Globale. Clicca qui per sottoscrivere la “Dichiarazione per la libertà dei semi”.

Troviamo insieme strategie ed azioni comuni per rendere più forti  le nostre voci.

 

 

In solidarietà,

Vandana Shiva

  • Dichiarazione per la libertà dei semi
  1. Il seme è la sorgente della vita, rappresenta la necessità della vita di esprimere se stessa, di rinnovarsi, di moltiplicarsi e di evolversi all’infinito liberamente
  2. Il seme è la personificazione della biodiversità culturale. Contiene milioni di anni di evoluzione biologica e culturale e il potenziale di un futuro millenario.
  3. La libertà dei semi è un diritto originario di tutte le forme di vita ed è la base della protezione della biodiversità.
  4. La libertà dei semi è un diritto millenario di ogni agricoltore e produttore di cibo. Il diritto degli agricoltori di conservare, scambiare, migliorare, riprodurre e vendere I semi è il cuore della Libertà dei Semi. Quando questa libertà è rubata, gli agricoltori rimangono intrappolati nell’indebitamento e in casi estremi si suicidano.
  5. La libertà dei Semi è la base della Libertà Alimentare, visto che i semi sono il primo  anello della catena alimentare
  6. La libertà dei semi è minacciata dai brevetti, che creano monopoli sui semi e rendono illegale la conservazione e lo scambio dei semi. I brevetti sui semi sono eticamente ed ecologicamente ingiustificati perché i brevetti sono diritti esclusivi concessi per un’invenzione. Un seme non è un’invenzione. La vita non è un’invenzione.
  7. La libertà dei semi delle diverse culture è minacciata dalla Biopirateria e dai brevetti sulle conoscenze indigene e sulla loro biodiversità.
  8. La libertà dei semi è minacciata dai semi OGM, che stanno contaminando le nostre fattorie, chiudendo così ogni opzione di scelta per cibi OGM free per tutti. La libertà dei semi per i contadini è minacciata quando, dopo le contaminazioni, le multinazionali li citano in giudizio per “aver rubato le loro proprietà”.
  9. La libertà dei semi è minacciata dalla loro deliberata trasformazione da una risorsa rinnovabile autogenerativa ad una merce brevettata non rinnovabile. Il caso più estremo di seme non rinnovabile è la “Tecnologia Terminator” sviluppata con lo scopo di creare un seme sterile.
  10. Noi ci impegniamo a difendere le libertà dei semi come libertà delle diverse specie di evolvere; come libertà delle comunità umane di rivendicare  i semi  come” beni comuni”.

 

A tal fine,

  • Noi salveremo  i semi, creeremo banche dei semi comunitarie e centri di documentazione sui semi,
  • Non riconosceremo alcuna legge che illegittimamente rende I semi proprietà privata delle multinazionali.
  • Noi fermeremo la brevettazione dei semi.

Collettivamente, dobbiamo bloccare le brevettazione dei semi. Aderisci al Movimento Globale per la Libertà dei Semi, per fermarne il furto da parte delle multinazionali e con questo dunque, il furto della nostra libertà e del nostro futuro.

 



Back to Top ↑