La Valle del Sacco torna a manifestare 25 giugno, 2018 | Redazione A Sud

Riceviamo e diffondiamo

 

 

Il Comitato Rifiutiamoli torna in strada, questo 7 luglio!

 

365 giorni di mobilitazione.

 

Un anno fa si parlava di emergenza rifiuti, si discuteva della riapertura degli inceneritori di Colleferro. Una riapertura che avrebbe fatto comodo alla gestione dei rifiuti di Roma, una boccata d’ossigeno.

 

Colleferro ha deciso di respirare, il movimento RifiutiamoLi e i tanti cittadini della Valle del Sacco sono scesi in strada l’8 luglio 2017 per tutelare il diritto alla salute e per salvaguardare l’ambiente dal business della monnezza.

 

Da quel giorno si sono unite molte persone e tanti cittadini hanno continuato a parlare dei problemi ambientali della Valle del Sacco. Molte persone hanno deciso di picchettare costantemente la strada che porta alle due ciminiere. È nato così un presidio permanente che ha fermato 4 camion diretti agli inceneritori.

 

È nato un avamposto culturale che ha ridato colore al quartiere Scalo, ha dato vita a un agguerrito gruppo di lavoro a maglia che ha consegnato “pezze a colori contro gli inceneritori” a tutta la città, a tutto il Lazio, ad altri presidi in giro per l’Italia, e hanno raggiunto anche Kobane.

 

È passato un anno, vogliamo portate questi numeri in strada, vogliamo presidiare la città!

 

Vogliamo parlare della vendita degli inceneritori -attualmente in corso- per far capire a eventuali acquirenti, che questa base, questo movimento trasversale e partecipato, è compreso nel pacchetto e il messaggio che vogliamo recapitare ai partecipanti alla gara è sempre lo stesso: Non passerà neanche un camion.

 

 

Approfondisci

La scheda sugli inceneritori di Colleferro nell’Atlante italiano dei Conflitti Ambientali del CDCA

La premiazione delle Donne di Rifiutiamoli con il Premio Aria nella VII edizione del Premio Donne Pace Ambiente – Wangari Maathai 2018

La pagina Facebook del Comitato Rifiutiamoli

Tags:



Back to Top ↑