La petizione di 350.org: Zero fossili. Da subito 17 novembre, 2016 | Redazione A Sud

Ieri, voci da tutto il mondo hanno mandato un messaggio ai Capi di Governo che si sono incontrati a Marrakech per il summit sul clima delle Nazioni Unite: non è più il tempo dei combustibili fossili.

 

Rappresentanti delle comunità che combattono l’industria dei combustibili fossili in Nigeria, India, Brasile, Canada e Stati Uniti, insieme ad altre 375 organizzazioni della società civile, hanno mandato una lettera alla COP22 chiedendo di fermare tutte le nuove ricerche di combustibili fossili e di implementare in maniera urgente una giusta transizione all’energia rinnovabile.

 

L’appello non poteva arrivare in un momento migliore: le negoziazioni per il clima sono iniziate in questi giorni, dopo che migliaia di persone hanno marciato per le strade di Marrakech chiedendo giustizia climatica.

 

Fermare i nuovi permessi per le estrazioni di carbone, petrolio o gas è fondamentale per raggiungere gli obiettivi degli accordi presi lo scorso anno dai capi di governo a Parigi. Se i governi vogliono onorare le loro promesse sul clima, fermare la crescita dei combustibili fossili è l’unica via.

 

Mentre i governi discutono sui prossimi passi per incrementare gli accordi di Parigi, molti di noi sono ancora in prima linea contro i cambiamenti climatici, riscontrandone gli impatti distruttivi e combattendo per le nostre terre contro gli impianti di estrazione, le miniere e i gasdotti.

 

Per favore, firma e fai firmare la petizione di dieci milioni di persone che chiedono di congelare immediatamente lo sviluppo dell’industria fossile.

 

 

Ai Capi di Stato di tutto il mondo: Congelate lo sviluppo di nuove fonti fossili

 

Per poter raggiungere gli obiettivi dell’Accordo di Parigi e salvare il pianeta dalla devastazione climatica, fermate immediatamente ogni nuovo progetto di estrazione e utilizzazione di carbone, petrolio e gas naturale e finanziate una transizione equa verso un futuro composto da energia 100% rinnovabile per ognuno di noi.

 

Chiediamo ai Capi di Stato di tutto il mondo di interrompere lo sviluppo di ogni nuovo progetto legato ai combustibili fossili e di investire unicamente nella transizione verso tecnologie al 100% rinnovabili per mettere fine alla povertà energetica.

 

L’ultimo rapporto di Oil Change International mostra che le miniere di carbone e i giacimenti di petrolio e gas attualmente in uso possono già da sole produrre un inquinamento da CO2 tale da spingere il pianeta al di là delle linee rosse adottate a Parigi contro il riscaldamento globale. Questo significa che per rispettare gli accordi presi a Parigi è necessario fermare la crescita del settore dei combustibili fossili e investire in energia 100% rinnovabile per tutti.

 

Le energie rinnovabili possono alimentare mondo intero, combattere la povertà e dare potere alla gente. Adesso i governi devono rispettare gli impegni presi con l’Accordo di Parigi e questo significa che non c’è più spazio per nuovi progetti per l’estrazione di combustibili fossili.

Tags:



Back to Top ↑