La Coalizione Clima sulla nuova Strategia Energetica nazionale 29 giugno, 2017 | Redazione A Sud

ImmagineSEN: inadeguate le modalità di consultazione rivedere in maniera ambiziosa gli obiettivi coinvolgendo popolazione e società civile. 


Dal 12 giugno il ministero per lo sviluppo economico ha lanciato una consultazione pubblica sulla strategia energetica nazionale. La coalizione clima, che include più di 250 associazioni e realtà territoriali, attraverso i suoi aderenti segnalerà al ministero i punti più critici del documento messo in discussione.

L’intera coalizione esprime, però, perplessità sulle modalità di “partecipazione” alla definizione della SEN per la società civile individuate dal ministero dello sviluppo economico e l’ingiustificata divaricazione in due percorsi diversi tra la SEN e il Piano Nazionale Clima Energia che verrà definito per l’inizio del 2018.

I cambiamenti climatici ormai in atto, e la grave uscita degli USA dall’accordo di Parigi, segnalano l’urgenza di una visione ambiziosa di riduzione delle emissioni, di trasformazione ecologica e di individuazione di una giusta transizione che tenga conto dei diritti sociali di migliaia di lavoratori rivedendo a rialzo anche gli obiettivi europei. Questo è possibile unicamente attraverso un reale coinvolgimento di tutti gli attori pubblici e associativi nella definizione delle strategie pubbliche e degli investimenti, così come avvenuto in altri paesi europei a cominciare dalla Francia, e nella definizione di obiettivi ambiziosi che tengano conto delle reali necessità, dei diritti, dei consumi e degli indirizzi di sviluppo industriale e tecnologico che caratterizzano il nostro Paese.

Energie rinnovabili, giusta transizione, riconversione ecologica, uscita dalle fonti fossili, infrastrutture energetiche, trasporto pubblico locale e in generale la mobilità sostenibile sono sfide cruciali che l’Italia dovrà affrontare nei prossimi anni e sui cui il documento messo in discussione dal MISE è spesso approssimativo.

La coalizione clima, con tutti i suoi aderenti, si impegna fin da oggi a costruire una sensibilità diffusa sui territori a partire dai temi messi in discussione dalla SEN per creare le condizioni necessarie al raggiungimento degli obiettivi dell’accordo di Parigi, prevedendo tutte le iniziative utili per affermare la volontà della popolazione italiana a veder realizzata una repentina riconversione ecologica della nostra economia e della nostra società.

Tags:



Back to Top ↑