Il tweetstorm per fermare Tap 15 novembre, 2017 | Redazione A Sud

no tap[da 350.org] Melendugno é stata militarizzata sin da ieri. L’azienda che sta costruendo il terminal per il gasdotto Trans-adriatico ha ripreso i lavori e la zona è stata dichiarata inaccessibile ai cittadini, agli attivisti e giornalisti e anche alle autorità locali. Questo avviene mentre a Bonn è in corso la COP23, il vertice mondiale sul clima che riunisce I leader di tutto il mondo per cercare di contenere l’innalzamento delle temperature e limitare l’emissione di gas serra. Per raggiungere questo ambizioso obiettivo pero dobbiamo limitare e non potenziare l’uso dei combustibili fossili.

 

Dobbiamo esortare la Banca Europea per gli Investimenti (EIB) a dimostrare il proprio impegno per raggiungere gli obiettivi di Parigi e di non finanziare il gasdotto Trans-adriatico.

 

Manda un Tweet con uno dei seguenti messaggi o scaricati il pacchetto twitterstorm con alcune proposte qui sotto:

 

- Al via la seconda settimana della #COP23. Chiediamo alla @EIB (Banca Europea per gli Investimenti) che dimostri la propria leadership in ambito climatico. Non deve concedere un prestito di 2 miliardi di euro per il megaprogetto del gasdotto Trans-adriatico. #NoTAP #COP23

 

- @alexstubb @EIB: Richiediamo di non concedere un prestito di 2 miliardi di euro per la costruzione del gasdotto Trans-Adriatico. Un investimento veramente tossico #NoTAP #NoMoreFossilfuels

 

L’Unione Europea si sta lasciando influenzare dall’inquinante lobby del gas. La domanda di gas sta diminuendo: nonostante cio le banche europee intendono finanziare decina di miliardi di euro nella costruzione di gasdotti. E questo avviene mentre a Bonn sono in coso I negoziati della COP23 che mirano ad implementare gli Accordi di Parigi e diminuire l’uso delle fonti fossili.

 

Negli anni passati, la Banca Europea ha investito modestamente sulle energie rinnovabili. Ma questo non ha alcun senso se al contempo continua a finanziare progetti che usano combustibili fossili. La EIB deve dimostrare il suo ruolo di leader nella tutela ambientale e non deve per ciò più finanziare progetti come quello nel Salento.

 

Durante la prima settimana a Bonn, ci sono stati vari eventi che si opponevano all’uso del carbone come fonte energetica. In questa seconda settimana di conferenze dobbiamo opporci alle decisioni prese dell’Europa, che ha scelto di finanziare progetti come il gasdotto Trans-Adriatico. Oltre al Twitterstorm ci saranno degli eventi a sostegno del #NoTAP in tutta Europa dove lanciamo il seguente messaggio ‘NoTAP. Non qui e da nessuna altra parte’. Cerca il hashtag #NoTAP e visita @350europe per gli utlimi aggiornamenti.

 

Il messaggio è chiaro. Non vogliamo piu combustibili fossili. Non possiamo accettare che la lobby del gas incastri l’Europa nel finanziare progetti che danneggiano l’ambiente.

Tags:



Back to Top ↑