Dal bene confiscato al bene comune 3 ottobre, 2017 | Redazione A Sud

22089517_690134477844459_2882586728075591342_n

Dal bene confiscato al bene comune, laboratorio di progettazione partecipata

 

Dal 1 marzo 2017 è stato assegnato il bene confiscato più grande dell’area metropolitana di Napoli: la Masseria Antonio Esposito Ferraioli. I soggetti gestori sono: Consorzio Terzo Settore, Camera Metropolitana del Lavoro di Napoli – CGIL, Cooperativa L’Uomo e il Legno, Cooperativa Giancarlo Siani, Associazione Sott’e’ncoppa.

 


Dopo le prime iniziative dello scorso anno, culminate con la distribuzione delle prime pesche raccolte, parte ora il primo anno di attività del bene confiscato.
Abbiamo già dato il via ai primi, piccoli, interventi di ristrutturazione e di recupero del terreno, ma nei prossimi mesi ci attendono appuntamenti importanti: arriverà la cucina e entro gennaio saranno piantati ben 4.500 alberi da frutto ed avviato l’orto urbano!

 

Ma tutte le attività del bene confiscato vedranno protagonisti il territorio e i cittadini: faremo tante attività volte a incentivare la partecipazione, e tra queste ci saranno le nostre assemblee di progettazione partecipata: ogni tre settimane ci incontriamo tutte e tutti per discutere insieme del bene confiscato, delle attività da fare, per valutare e discutere insieme proposte, idee, riflessioni!

Ci vediamo il 6 ottobre alle 18:30 alla Biblioteca Comunale di Afragola.

 

 

 



Back to Top ↑