Dall’Italia all’Ecuador: contro le grandi opere, costruiamo ponti 7 dicembre, 2018 | Redazione A Sud

Verso e oltre la giornata di mobilitazione mondiale contro i cambiamenti climatici dell’8 dicembre: la lotta contro le grandi opere è qui e nel mondo.

 

A Sud coordina e organizza la visita della delegazione di due attiviste ecuadoriane in Italia: Ivonne Ramos, storica attivista ambientalista dell’organizzazione ecuadoriana Accion Ecologica, esperta di questioni di genere; e Salomè Aranda, leader Kichwa dell’Amazzonia ecuadoriana, rappresentante del movimento di donne amazzoniche Mujeres Defensoras de la Selva frente al Extractivismo.

 

Oggi parte il calendario di eventi in Italia abbiamo organizzato in collaborazione con le tante realtà resistenti in Italia, per dire NO al modello estrattivista di dominazione e devastazione che tanto nei Nord e nei Sud del mondo evidenzia le sue drammatiche conseguenze.

 

Si tratterà di tante iniziative grandi o piccole, in Italia e nel resto dell’Europa, all’interno delle quali ci confronteremo con Ivonne e Salomè su ruolo delle donne nella difesa della Terra nell’ambito del nuovo quadro giuridico sui Diritti della Natura in Ecuador, diritti di proprietà delle comunità ancestrali sui territori, denuncia della mancanza di processi consultativi in merito a progetti estrattivi nell’area amazzonica.

 

AGENDA ITALIANA

Cominciamo oggi, con La Marea Femminista non ha confini insieme a Non Una di Meno Roma e all’Università Roma Tre; lunedì Salomè e Ivonne saranno in Salento, dai NO TAP, per La lotta delle donne contro l’estrattivismo in Amazzonia; infine giovedì saranno ancora a Roma, nella nostra sede, a Via Macerata 22A, per Una charla con Ivonne Ramos e Salomè Aranda.

 

Info e contatti:

lauragreco@asud.net

333 484 3750

Tags:



Back to Top ↑