Cercasi volontari per la terza fase del progetto SIGAS 2015 28 maggio, 2015 | Redazione A Sud

StampaHai tra 18 e 28 anni e vorresti diventare volontario di SIGAS? Scopri il progetto  e mandaci CV e lettera di motivazione entro il 7 giugno per partecipare alla terza fase del progetto 2014-2015!   Descrizione del progetto   Mediante la promozione di forme di volontariato che prevedano il coinvolgimento dei giovani in esperienze formative e di partecipazione sociale, il progetto SIGAS – Sportello Informativo Gestione Ambientale e Sociale vuole mettere a disposizione della cittadinanza gli strumenti teorici e pratici per comprendere l’attuale crisi socio-ambientale e per farvi fronte, garantendo così la necessaria disponibilità di risorse a sostegno del territorio e di chi lo abita.   Il progetto è funzionale alla gestione dello Sportello Informativo, aperto nell’ottobre 2014 volto a fornire ai cittadini della Provincia di Roma, ed in particolare a chi vive in zone di degrado ambientale, uno spazio di ascolto, di informazione e di affiancamento con riguardo alle criticità ambientali presenti sul territorio.

 

Tale servizio è affidato a 10 giovani volontari, previamente formati sui temi ambientali dall’associazione A Sud e dal CDCA – Centro Documentazione Conflitti Ambientali, per realizzare ricerc’azioni funzionali alla gestione dello sportello e finalizzata alla mappatura delle criticità ambientali del territorio e all’elaborazione di casi studio tematici relativi alla Provincia di Roma, oltre che all’individuazione delle informazioni e dei servizi già esistenti in materia sistematizzati in un’indirizzario a disposizione della cittadinanza.   L’esperienza di ricerc’azione prevede la partecipazione dei volontari ad assemblee e eventi pubblici dell’associazione A Sud e degli attori sociali del territorio impegnati sulle questioni socio-ambientali. I volontari in questo modo non solo avranno la possibilità di accrescere ulteriormente le loro competenze personali e sociali, ma potranno anche aggiornare e rendere ancor più attendibili e complete le loro ricerche sulla base delle conoscenze e delle riflessioni elaborate in seguito alla partecipazione attiva ai dibattiti e alle azioni programmate dalla società civile sui temi in oggetto. Realizzeranno inoltre attività di investigazione e ricerca mediante interviste agli attori locali (comitati, associazioni, esperti del settore) che costituiranno la rete privilegiata da cui potranno pervenire informazioni aggiornate ed attendibili sulle questioni socio-ambientali.   Per coinvolgere e formare la cittadinanza e favorire una maggiore consapevolezza sui dibattiti in corso e sulle scelte che riguardano il territorio della Provincia di Roma, e con la finalità di pubblicizzare e rendere disponibili all’opinione pubblica i servizi offerti dallo sportello informativo, verrà inoltre realizzato iniziative pubbliche. Il progetto si concluderà con un evento finale utile per promuoverne la replicabilità e per dare continuità alle attività dello sportello informativo. In tale occasione verranno pubblicizzati i risultati prodotti, la pubblicazione elettronica e il materiale informativo elaborato relativo alle criticità ambientali presenti nella Provincia di Roma.

 

 

Profilo dei volontari
Il progetto prevede il coinvolgimento di 10 volontari di età compresa tra i 18 e i 28 anni (tra questi, 5 volontari dovranno avere meno di 26 anni) domiciliati in Provincia di Roma. Le attività si svolgeranno su un periodo complessivo di 12 mesi, tra ottobre 2014 e settembre 2015, nell’arco dei quali i giovani potranno svolgere periodi di volontariato di circa 3 mesi. Tra Novembre e Gennaio verranno realizzate le attività di formazione mentre inizieranno le attività di ricerc’azione e la gestione dello sportello da concludersi a settembre 2015. Ogni volontario dovrà realizzare circa 350 ore di servizio di volontariato

Fra i criteri di selezione conteranno ovviamente la motivazione, la volontà, il grado di coinvolgimento dei candidati nei confronti del progetto e la disponibilità oraria, oltre che le competenze tecniche (ad esempio: ingegneria, medicina, giurisprudenza, biologia, comunicazione, ICT, scienze ambientali, ecc) e/o previe esperienze di impegno sociale. Verrà data priorità ai giovani che vivono in zone di degrado socio-ambientale, giovani precari o disoccupati.

Le attività da realizzare

 

I volontari, saranno previamente formati sui temi socio-ambientali dall’équipe di A Sud, per dedicarsi alle seguente attività:

  • ricerc’azione sui 5 macro temi (Energia, Rifiuti, Acqua, Salute e Utilizzo del territorio, sostenibilità e lavoro), creazione di schede di casi di conflitti ambientali, sviluppo di un ebook, realizzazione di video interviste, partecipazione attiva alle vertenze sociali pertinenti;
  • aggiornamento dell’indirizzario dei contatti SIGAS, funzionale ai servizi previsti dallo sportello, con contatti di comitati e associazioni del territorio, esperti, aziende ed agenzie pubbliche pertinenti;
  • gestione dello sportello;
  • sostegno alle attività di comunicazione relative al progetto e ai servizi dello sportello (gestione sito, organizzazione eventi, etc).

 

 

Per candidarsi:

 

 

Inviare Curriculum Vitae e lettera di motivazione a luciegreyl@asud.net

Tags:



Back to Top ↑