News

Colombia: continua il massacro del popolo Awa

13 febbraio, 2009 | Redazione A Sud

Crisi umanitaria e territoriale per il popolo Awa. Cronaca di un massacro annunciato. Nella zona di frontiera con l'Ecuador dove vive il popolo Awa, 18 indigeni assassinati o fatti sparire, altri 10 uccisi due giorni fa e ieri altri tre membri delle comunità sfollate spariti senza lasciare traccia. La ONIC denuncia di fronte agli organismi internazionali per la difesa dei diritti umani gli autori del massacro, di cui sono accusate le FARC e l'esercito nazionale. Alle FARC chiede di pronunciarsi sulle accuse o di smentire. Allo Stato ed il governo nazionale della Sicurezza Democratica che assuma la responsabilità dei fatti.

Il lavoro nella crisi globale

12 febbraio, 2009 | Redazione A Sud

Con 22 assemblee tematiche mattutine e una grande assemblea conclusiva nel pomeriggio, si è chiuso il primo febbraio scorso il Forum Sociale Mondiale 2009. Molto partecipata la assemblea su LAVORO NELLA CRISI GLOBALE, momento di convergenza di tutte le attivita relative a lavoro, crisi, economia e alternative svolte nei giorni precedenti. Questo è il breve appello che, dopo una lungua discussione, ne è uscito. Va sottolineata la pluralita e ampiezza della composizione della assemblea, a cui hanno partecipato 300 persone, dalla Confederazione internazionale dei sindacati alle ong, dalle associazioni dei lavoratori e lavoratrici del sesso alle numerose associazioni religiose operanti in Brasile e a livello internazionale. Si e riuscito a tradurre in una proposta unitaria la comune consapevolezza della profondita della crisi e della necessita di un cambiamento, anche grazie al lavoro svolto nei giorni precedenti dalle varie reti europee e internazionali, che hanno partecipato ai vari seminari ed assemblee su "lavoro e globalizzazione", crisi finanziaria, "forum mondiale delle alternative", "reti della economia sociale e solidale"....


Colombia: massacro contro il Popolo Indigeno Awa

11 febbraio, 2009 | Redazione A Sud

Secondo la ONIC, Autorità di Governo Indigeno della Colombia, urge una missione di verifica internazionale. Nella regione sud occidentale del Narino, dall'inizio del mese sono stati assassinati o fatti sparire 18 indigeni, mentre oltre 1300 membri delle comunità Awa sono confinati in territori accercahiati dalle forze armate senza potersi muovere. Secondo le autorità indigene della UNIPA, il 4 febbraio i membri dell'Esercito nazionale hanno avuto un confronto con i guerriglieri delle FARC e dell'ELN nella riserva indigena Tortugal Telembì, nel dipartimento di Nariño. Dopo lo scontro a fuoco sono risultati scomparsi 18 dei 200 membri della comunità di Bravo che si è ritrovata nel mezzo del fuoco incrociato. Secondo i testimoni le vittime assassinate si trovano in una zona montagnosa tra le comunità di Picadero e Bravo.

Colombia: Muriel Mining viola e disconosce le autorità indigene

10 febbraio, 2009 | Redazione A Sud

Da anni le autorità indigene della ONIC, Aso-OREWA e OIA,assieme a organizzazioni africane, contadine e ONG, denunciano le molteplici irregolarità che accompagnano la presenza della multinazionale Muriel Mining Corporation sul colle Cara de Perro, nelle regioni di Antioquia e Chocò.  Denunce iniziate con la presenza non autorizzata dell'impresa nella zona alla fine del 2004, che ha creato seri disagi alla sopravvivenza e sussistenza dei popoli indigeni e delle comunità afrocolombiane che abitano i territori.


La “vera sinistra” ed i movimenti sociali

10 febbraio, 2009 | Redazione A Sud

Nel campus che ospitava il FSM, a Belém, giovedì 29 gennaio scorso, alle due del pomeriggio più di mille persone, militanti e rappresentanti dei movimenti sociali e dei movimenti popolari di tutta l'America Latina, con bandiere, striscioni e grida di allegria, si affollavano per ascoltare i presidenti della “vera sinistra latinoamericana”. Il presidente Lula del Brasile non è stato invitato all'appuntamento, ma hanno assistito all'atto anche vari vescovi brasiliani appartenenti alla teologia della liberazione, personalità come Aleyda Guevara, figlia del Che e membri del Consiglio Internazionale del FSM 2009 come Bernard Cassen, François Houtart, Emir Sader ed Eric Toussaint.  

Ecco l’agenda dei movimenti per il 2009

10 febbraio, 2009 | Redazione A Sud

Si è svolto dal 27 gennaio al 1 febbraio il Forum Sociale Mondiale n°9, celebrato a Belem do Parà – Brasile e che ha contato sulla partecipazione di oltre 100.000 iscritti provenienti da 6.000 organizzazioni di tutto il mondo.

Un Forum innovativo per molti aspetti, che ha riconosciuto un protagonismo nuovo alle lotte indigene, all'ambiente, alla difesa dell'Amazzonia, alle risposte della società organizzata alla crisi economica, finanziaria, ambientale, sociale ed alimentare che vive il Pianeta.

Alvaro Uribe e i testimoni scomodi

10 febbraio, 2009 | Redazione A Sud

La liberazione di sei ostaggi decisa pochi giorni fa dalle Farc diventa l'occasione, per il presidente colombiano, per scagliarsi contro la stampa non allineata alle posizioni del suo governo e colpevole di dire che in Colombia è in corso una guerra.


Nigeria: La battaglia per riconoscere i diritti di Henry Okah

9 febbraio, 2009 | Redazione A Sud

Il Presidente della West African Bar Association, Femi Falena (che è anche il difensore di Okah), ha accusato il Presidente Umaru Musa Yar’Adua di avere pregiudizi sul processo in corso al leader detenuto del Movimento per l’emancipazione del Delta del Niger (Mend), Henry Okah, contrariamente alle sue affermazioni sullo stato di diritto

L’iniziativa Merida e il Plan Puebla Panamá

9 febbraio, 2009 | Redazione A Sud

Lo scorso 22 maggio, il Senato degli Stati Uniti ha approvato lo stanziamento di 450 milioni di dollari destinati all'Iniziativa Merida, concepita in teoria per combattere il narcotraffico ed il crimine organizzato in Messico ed in Centro America.
L'Iniziativa Merida è stata ideata nell'ottobre del 2007, con il proposito di massimizzare l'efficacia degli sforzi nella lotta contro le organizzazioni criminali e per bloccare il narcotraffico (incluso quello delle sostanze  chimiche, quello delle armi, le iniziative finanziarie illecite, il traffico di denaro e la tratta delle persone)

Lettera aperta di Evo Morales all’Italia e all’Europa

9 febbraio, 2009 | Redazione A Sud

"Fino alla prima metà del secolo XX, l’Europa fu un continente di emigranti. Decine di milioni di europei partirono verso le Americhe con l’intento di colonizzare, di sfuggire alla miseria, alle crisi finanziarie, alle guerre, ai totalitarismi ad alle persecuzioni inflitte alle minoranze etniche.
Oggi sto seguendo con inquietudine il processo d’approvazione della cosiddetta “direttiva rimpatrio”. Il testo, approvato lo scorso 5 giugno dai ministri degli interni dei 27 paesi membri dell’Unione Europea, dovrà essere sottoposto al voto del Parlamento europeo il 18 giugno


Back to Top ↑
  • STORIE DI ECONOMIA CIRCOLARE

  • Campagne

    • ICE EUROPEA STOP GLIFOSATO

      ICE EUROPEA STOP GLIFOSATO

      Cos’è il glifosato?   È l’erbicida più usato al mondo, prodotto dalla Monsanto, nonostante sia …
    • GUARDIANE DELLA TERRA

      GUARDIANE DELLA TERRA

      La salute delle donne è il futuro del pianeta. Una campagna nazionale per denunciare l'impatto …
    • CAMPAGNA CARTE IN REGOLA

      CAMPAGNA CARTE IN REGOLA

      CarteinRegola è un laboratorio di cittadini, associazioni e comitati che vuole lavorare sulle Regole. Le …
    • CAMPAGNA FERMIAMO IL NUCLEARE

      CAMPAGNA FERMIAMO IL NUCLEARE

      LA CAMPAGNA   Di fronte alla decisione del Governo di tornare ad investire sull’energia nucleare, …
    • CAMPAGNA ACQUA BENE COMUNE

      CAMPAGNA ACQUA BENE COMUNE

      La campagna L’acqua è, come l’aria, un elemento indispensabile per la sopravvivenza di ogni essere …
  • Pubblicazioni

  • Sostieni il nostro lavoro