News

Il premio Goldman alle lotte contro la Texaco

9 febbraio, 2009 | Redazione A Sud

Il Premio Goldman per l’America centrale e meridionale è stato assegnato quest’anno a Luis Lanza e Pablo Fajardo, attivisti ecuadoriani dell’Assemblea delle vittime della Texaco. I due attivisti hanno ottenuto quello che probabilmente è il più importante riconoscimento internazionale per l’impegno in difesa dell’ambiente per aver lavorato lungo anni all’instaurazione del giudizio che la popolazione amazzonica delle province di Orellana e Sucumbíos hanno presentato contro la Texaco chiedendo la bonifica delle zone contaminate e una giusta compensazione per i danni subiti.

Telecom Italia non molla Entel in Bolivia

9 febbraio, 2009 | Redazione A Sud

Una svolta improvvisa ma non troppo nell’affare «Telecom- Bolivia». Era infatti prevedibile, nel clima di stallo delle trattative degli ultimi mesi, che il governo di Morales decidesse di nazionalizzare l’impresa di telecomunicazioni boliviana. A due anni esatti dal 1 maggio del 2006, quando Morales firmò il decreto supremo per la nazionalizzazione degli idrocarburi, è infatti arrivata – il primo maggio scorso – la notizia della firma del decreto 29544, con il quale si dichiara ufficialmente la nazionalizzazione dell’Impresa Nazionale di Telecomunicazioni Entel, obbligando la Euro Telecom Internacional, società olandese controllata della Telecom Italia, a trasferire allo Stato tutte le sue azioni.


Il governo peruviano contro indigeni e contadini

9 febbraio, 2009 | Redazione A Sud

Un clima di tensione più aspro del solito vivono da alcune settimane le comunità rurali ed indigene del Perù. Dopo la legge forestale, l’imposizione dei megaprogetti di estrazione mineraria, le grandi infrastrutture e la pesante repressione perpetrata contro i movimenti sociali, nel paese andino un nuovo provvedimento governativo fa tremare contadini ed indigeni, che già annunciano mobilitazioni in difesa dei propri diritti. Proprio i territori rurali tanto della sierra, la regione montagnosa, quanto della selva amazzonica peruviana, infatti, sono al centro della contestatissima misura legislativa adottata alcuni giorni fa dal governo di Alan Garcìa.


L’occhio dei latifondisti sulla Serra do sol

9 febbraio, 2009 | Redazione A Sud

Nello stato di Roraima, in Brasile, cinque popoli indigene, tra cui i macuxi e i wapichana, stanno lottando da decenni per ottenere riconoscimento e protezione del loro territorio, conosciuto come Raposa Serra do Sol. Raposa Serra do Sol è una zona di oltre 16 mila chilometri quadrati , nel nord-est dello stato e vicina alla frontiera con Venezuela e Guyana. Nella zona vivono otre 18.000 indigeni distribuiti in 149 comunità. Sin dal diciottesimo secolo le comunità hanno dovuto combattere contro un inesorabile processo di spoliazione delle terre e di violazione dei diritti.

La repressione contro i Sem terra nel Rio Grande do Sul

9 febbraio, 2009 | Redazione A Sud

Si fa sempre più aspra in Brasile l’offensiva contro il movimento dei Sem Terra, il più grande movimento sociale latinoamericano, che e raccoglie in sé molto più della rivendicazione di diritto al territorio e cultura contadina. In un comunicato stampa diffuso questa settimana, il Mst denuncia il tentativo degli organi giudiziari dello Stato di Rio Grande do Sul di criminalizzare il movimento attraverso una serie di misure coercitive. Secondo uno dei leader del movimento «la repressione contro il Mst è un dato reale in tutto il Brasile, ma attualmente sta divenendo più acuta e pericolosa proprio a Rio Grande do Sul, le forze reazionarie, stanno tentando in ogni modo di ottenere che il governo statale, attraverso la magistratura, dichiari illegale il movimento, invocando la legge per la sicurezza nazionale [la stessa che permise l’instaurazione della dittatura nel ‘64, ndr]».


Campagna contro la multinazionale Vale do Rio Doce: più forte dopo Belem

9 febbraio, 2009 | Redazione A Sud

LA FORZA DEL SOCIAL FORUM: alleanze internazionali per un'unica resistenza alle multinazionali

di: Diego Florian - Dopo mesi di lavoro e confronto virtuale attraverso internet, i promotori di una campagna di pressione verso la Vale do Rio Doce (seconda compagnia siderurgica e mineraria al mondo) si sono trovati per la prima volta tutti insieme al Forum Sociale Mondiale di Belem, per allargare il dibattito attraverso seminari specifici e per coordinare le prossime azioni di rivendicazione.


Ecuador: Rafael Correa da un ultimatum alla Repsol

7 febbraio, 2009 | Redazione A Sud

Il presidente dell'Ecuador, Rafael Correa, ha dato un altro ultimatum alla compagnia petrolifera ispano-argentina Repsol-YPF, affinché ritiri l'accusa avanzata davanti alla Corte Internazionale di Arbitraggio Relativa agli Investimenti della Banca Mondiale (CIADI).


FSM 2009: Giustizia Climatica

6 febbraio, 2009 | Redazione A Sud

Dichiarazione dell'Assemblea per la Giustizia Climatica, 1 febbrario

GIUSTIZIA CLIMATICA ADESSO!

No alle illusioni neoliberali, si alle soluzioni dei popoli!
Per secoli, la produzione industriale e il capitalismo hanno distrutto le nostre cultura, sfruttato la nostra forza lavoro e avvelenato il nostro ambiente.

Ora, con la crisi climatica, la Terra sta dicendo "basta!"

FAO: Più libero commercio, più fame

5 febbraio, 2009 | Redazione A Sud

Da settimane si è chiuso il Vertice sulla Sicurezza Alimentare della FAO (l'Organizzazione per l'Alimentazione e l'Agricoltura della ONU) che si è tenuto a Roma. Le conclusioni della riunione non indicano un cambiamento di tendenza nelle politiche degli ultimi anni, responsabili della crisi attuale.


Argentina: La legge che limita l’attività mineraria

5 febbraio, 2009 | Redazione A Sud

Il governatore di Córdoba, Juan Schiaretti, ha firmato il progetto di legge con il quale il potere esecutivo propone alla Unicamerale di limitare l'attività mineraria in tutto il territorio cordobese. Il progetto prevede la proibizione dell'attività mineraria a "cielo aperto", sia metallifera sia dei minerali nucleari. Il divieto si estende a tutte le sue fasi: rilevamento, ricerca, esplorazione, sfruttamento, sviluppo, preparazione ed estrazione. Questo provvedimento si somma a quelli simili già attuati nel Chubut, Rio Negro, Mendoza, La Rioja, Tucuman e La Pampa.


Back to Top ↑