Area Acqua

areaacquaL'acqua è una risorsa fondamentale per la vita. Come tale è un bene comune e un diritto universale inalienabile. Lavorare affinchè sia riconosciuta, disciplinata e gestita come tale è asse di riflessione che da anni unisce movimenti, comitati, organizzazioni sociali e centri di ricerca di tutto il mondo.

 

In Italia il processo referendario ha sancito nel 2011 una sostanziale presa di coscienza massiva rispetto alla necessità che l'acqua sia sottratta alle logiche di mercato.   Eppure, quel risultato è stato ignorato o osteggiato dai governi che da allora si sono susseguiti. Da una parte, le amministrazioni territoriali e la maggior parte dei gestori del servizio idrico presenti sul territorio nazionale non si sono attenuti al risultato referendario modificando l’importo delle bollette;  dall’altra  i governi hanno cercato di aggirare una consultazione trasformatasi in legge, come avvenuto con il tentativo di reintroduzione della remunerazione del capitale investito, abolita con il secondo quesito, da parte dell’AEEG (Autorità dell’Energia Elettrica e del Gas) delegata alla gestione delle risorse idriche.

 

Ovunque sono molti i conflitti relativi alla gestione del servizio idrico, ma anche alla risorsa in quanto tale, soprattutto per quanto riguarda la qualità delle acque, la presenza di arsenico e, di conseguenza, la tutela della salute. Continuare a fare informazione, documentazione, pressione e azione istituzionale affinchè a tale volontà popolare segua il dovuto recepimento da parte delle istituzioni, a partire da quelle di prossimità, fa di questo tema nevralgico uno degli assi trasversali del nostro lavoro.

 

 

 

  • Vertenze e campagne di informazione e pressione istituzionale

Tra le vertenze che A Sud segue, le campagne lanciate dal FIMA e dal CRAP - Coordinamento Romano Acqua Pubblica: rispettivamente la Campagna di Obbedienza Civile per lo scorporo dalla bolletta del 7% di remunerazione del capitale investito come previsto dal secondo quesito referendario e la Campagna Pubblica L'Acqua per la ripubblicizzazione del ramo idrico di Acea a Roma.

  • Partecipazione e promozione delle attività del Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua (FIMA)

Il Fima è una rete che riunisce i comitati e le realtà associative che lavorano sull'acqua bene comune da un decennio e hanno dato vita e preso parte a diverse iniziative tra cui la stesura e raccolta firme a sostegno della legge di iniziativa popolare depositata nel 2007 e la campagna referendaria tra 2010 e 2011.

  • Raccolta dati e mappatura di conflitti ambientali relativi alla gestione e alla qualità delle acqua 

Tali attività si stanno strutturando nella creazione, insieme al FIMA, di un osservatorio nazionale dei conflitti, che produca una mappa costantemente aggiornata in Rete e consultabile da un qualunque utente. Obiettivo di tale iniziativa è quello costruire un nuovo strumento per promuovere la vertenzialità territoriale e rafforzare le vertenze già attive, contando sull’unitarietà di queste ultime e la disponibilità di dati presi nell’insieme conferite dalla mappatura.

  • Svolgimento di attività informazione verso la cittadinanza e pressione istituzionale

Campagne

Progetti


Back to Top ↑